mercoledì 20 maggio 2009

Il nuovo silk-épil ne fa di tutti i colori e io finalmente posso mettermi la gonna



Oggi parlo di peli. Ma che tema delizioso, penserà qualcuno, ma i peli esistono, ci fanno schifo, li combattiamo ma loro ricrescono lo stesso, non c'è niente da fare, quindi ecco qui il post contro uno dei più acerrimi nemici di noi ragazze (anche di molti ragazzi, diciamola tutta).

Un paio di settimane fa è successo il fattaccio. Con i primi tepori e il sole che miracolosamente illiminava Milano cacciando l'odiosa coltre bianca che ci ruba le ombre insieme alla gioia di vivere, ho ben pensato di mettermi un paio di pantaloncini, ma ORRORE! avevo dimenticato di depilarmi.

Apro il cassetto del bagno, tiro fuori il mio compagno di sventure dal lontano 1990 o giù di lì - ossia il silk-épil - e attacco il cavo tutto pieno di scotch alla presa. Ma il silk-épil non reagisce, è allo stremo delle forze, anche il nastro isolante della precedente riparazione (datata 1995) è ingiallito e stanco. Il silk-épil è morto. E ora?!!

La divina provvidenza mi è venuta incontro materializzandosi nelle vesti di Umberto e della sua campagna: il nuovo silk-épil Xpressive.
G R A Z I E !

Ho atteso il postino come un giaguaro appostato alla finestra e quando finalmente è arrivato agonizzante dopo i cinque piani che si è sparato a piedi, ho aperto la confezione con tanto di manualetto effetto letto ad acqua, le due testine, le 4 copri-testine, il cavo d'alimentazione, le salviette per diminuire il dolore e ovviamente lui, l'ergonomico strappa-peli che noi tutti amiamo.

Spavalda e come mio solito ho tentato di usarlo subito (sai com'è, le due settimane erano passate e la situazione delle gambe era già abbastanza tragica di per sé) ma per la prima volta nella mia vita sono stata costretta a leggere il manuale d'istruzioni.

Un tempo bastava attaccarlo alla presa, regolare la velocità e sentire il TTRRRRRTRRTRTRRRR per sapere che tutto era pronto per l'epilazione. Ma i tempi sono passati (ben una ventina) e ora il silk-épil ne fa di tutti i colori: depila sotto l'acqua, fuori dall'acqua, illumina le gambe con una luce per arrivare a scovare anche i peli più impercettibili (funzionalità comodissima visto che nel mio bagno non si vede un belin), ha un sacco di aggeggetti per soffrire meno fatti apposta per la zona bikini, le ascelle e anche i baffettetti (grazie a dio questi mi mancano, o almeno mi ostino a pensarla così), e come se non bastasse oltre a depilare può anche radere con diverse lunghezze grazie a una testina speciale, il tutto senza fili!

Lo carichi, lui ti avvisa che è pronto, tu ti umetti le gambe con le salviette anti-dolore, passi 5-10 minuti nella scelta della testina più adatta e poi procedi finalmente all'uccisione dei peli nella vasca da bagno, sotto la doccia, mentre ti godi un film in salotto o (volendo) sul pianerottolo di casa mentre fai chiacchera con la vicina di casa (ecco, la mia ha 70 anni quindi lascio stare).

L'unica cosa che davvero non capisco e che trovo abbastanza scomoda è il fatto che per usarlo lo devi caricare per forza prima e non puoi usarlo anche se attaccato alla presa. Comodissimo il fatto che sia senza fili, ma siccome la carica dura 40 minuti se la volta precedente mi sono dimenticata di attaccarlo e ho un emergenza pelo come faccio?

Beh in ogni caso devo dire che 20 anni si sono fatti sentire, e non solo sulla mia pelle. L'abisso fra il primo modello e questo è decisamente evidente e finalmente posso tirare fuori le mie gambe senza nessuna remora. Ora posso passare al piano B che attende da circa 6 mesi: la dieta!

5 commenti:

La Strega ha detto...

anche io ho un vecchissimo silk epil...sarà del 98 o giù di lì...funziona ancora (anche se da binaco latte qual'era ormai è giallo!!)ma ultimamente, probabilmente vista l'usura, non faceva più il suo dovere come si deve...erano più i peli che mi si incarnivano di quelli che mi strappava.
Sono quindi passata senza esitazioni alla ceretta dall'estetista...ok, è un investimento a fondo perso (visto che i bastardi strappi quanto vuoi ma ricrescono inesorabilmente!) però è comodo comodo, spettegolo con le estetiste in perenne crisi con i rispettivi morosi e ho finalmente delle gambe guardabili (eheheh, che io di pazienza ne ho poca...qualche ricordino quà e là lo lasciavo fisso!).
Certo però che questo progresso tecnologico un pò m'incuriosisce!!

margotmood ha detto...

Sì beh, andare dall'estetista è paradossalmente una goduria. Arrivi, ti spogli, ti sdrai e fa tutto lei. Quelle davvero brave (difficili da trovare) non ti fanno nemmeno tanto male!
Però in tempo di crisi il silk-épil è sempre valido. Quando erediterò (leggi: mai purtroppo) lo devolverò a qualche anima bisognosa come me in questo momento. ;-)

La Strega ha detto...

uhm, in effetti la spesa è un pò una rottura...che gambe e bikini un bel 30 euri...
però sono così pigra che li spendo e.....salto qualche pranzo??
seeeeeeeee, magari! (e qui torniamo alla dieta, assillo di noi 30enni!!)

clarita ha detto...

ahahahahah davvero una recensione divertente!!! :)))

anch'io l'ho provato... se vuoi leggere la mia: http://www.clarita.it/2009/06/11/a-tutto-liscio-con-il-silk-epil-xpressive/

buona estate liscia e depilata!!!

Sharon Sala ha detto...

molto simpatico... buona fortuna per il piano B che infondo è anche il mio da 1 settimana :)

Anch'io ho provato il Silk-epil puoi leggere qui i miei commenti
http://www.sharonsala.it/2009/06/09/cara-ceretta-ti-tradisco-con-il-silk-epil/