lunedì 6 aprile 2009

I bambini: modalità d'uso



In tutto ciò ho dimenticato di parlare delle recenti scoperte fatte attraverso questi giovani nuovi amici.

Ho scoperto che:
  • ai bambini piacciono le tette. Ma non parlo degli infanti che poppano il latte (per quelli è ovvio) ma di quelli più grandi. Gli piace guardarle e toccarle, ne sono assolutamente incuriositi e secondo me non capiscono perché tu le abbia (poche nel mio caso) e loro no
  • se parli di cose trash come scoregge, cacca, rutti, caccole e simili la risata è assicurata
  • se hai un bracciale, anello, ciondolo un po' strano occhio a dove lo molli: sarà il loro bottino
  • i bambini ascoltano tutto, il che porta a una conseguenza ovvia, ma alla quale non ero tanto abituata: non puoi dire parolacce perché non gliene sfugge una
Mentre tu sei convinto che loro stiano pensando ai fatti loro e in macchina all'interno di un discorso lunghissimo magari di scappa un "merda" o un "fanculo", ecco che da dietro qualcuno dall'alto del proprio seggiolone ti fa notare che hai detto una parolaccia. Il tuo compito a quel punto è uno solo: mentire spudoratamente e spiegargli che hai detto "va col mulo" e non "vaffanculo", "pazzo" e non "cazzo" e via dicendo. Ma lo sforzo maggiore per noi punkrocker un po' sboccati è cercare di formulare intere frasi senza mai dire una parola non a misura di bambino per tutto l'arco della giornata.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

bè.. la barzelletta sul capo che deve scegliere la sua segretaria nuova, ne scrutina una decina e alla fine sceglie quella con le tette più grosse mica nasce dal nulla... :)

Anonimo ha detto...

e visto che passo per anonimo, sono Mario :)

La Strega ha detto...

beh, a te va pure bene, che alla fine devi cercare di limitarti solo con le parole meglio note come parolacce.
Il papà di mia nipote (quindi più o meno mio cognato) l'altro giorno mi ha sgridato quando ho detto giocando alla piccoletta (quasi 2 anni) "cavolo!"..
Ecco: pare che pure le parole cavolo e casino siano da depennare dal vocabolario.
Tremendo eh?

margotmood ha detto...

eh no, "cavolo" me lo devono concedere se no passiamo all'aggressività repressa ;-)