domenica 28 ottobre 2007

Deutschland über alles?



Ieri non so perché, ma ho iniziato a ipotizzare un presente se non ci fossero stati gli Americani durante la Seconda Guerra Mondiale. Probabilmente saremmo stati tutti biondi e ariani, e avremmo letto dell'esistenza di ebrei e neri solo dai libri di storia. Tipo: questi erano i mammuth e questi gli ebrei. E che sarebbe stato degli anni 60? del rock'n'roll? del flower power?

Che poi chi lo sa, magari ci sarebbe stata una rivolta, ma insomma sicuramente tutto sarebbe stato diverso. Chissà se internet sarebbe stato creato lo stesso. Chissà se i miei genitori si sarebbero comunque incontrati e voluti bene. Mia mamma era francese e la loro era una vita abbastanza da libertini. Senza il '68 a Parigi si sarebbero comunque sentiti attratti l'un dall'altro? Senza contare il fatto che si sono conosciuti mentre mia madre faceva l'autostop a Roma. Non me la immagino sotto il regime nazista fare una cosa del genere..

Che poi io dico. Ma è mai possibile che un'intera popolazione giustifichi il fatto di gassare delle persone, aldilà delle motivazioni (allucinanti) che ci sono dietro? E tutto ciò accadeva 60 anni fa, mica nel medioevo..

Cmq, dopo queste riflessioni, e un dibattito su Manzoni/Pascoli/Leopardi, Stefano ed io ci sentivamo abbastanza caldi per andare al concerto Northern' Soul in quel di Monza. Fantastico per altro. E qui di nuovo: con il nazismo non ci sarebbe mai stato questo tipo di musica. Solo marcette? Probabilmente ieri sarei andata a una serata oi! (che fra l'altro non disdegno affatto, anzi).
Il Gamberini ha aperto le piste con passi ritmati e spaccate e piano piano tutti dietro. Bellissimo. Non vedo l'ora di andare a Bologna per la serata di novembre.

Stamattina invece, vado per aprire la tapparella che si reggeva ormai con un filino e, come era ovvio, mi è rimasta in mano.

Mia sorella ed io abbiamo fatto le lesbiche in azione (chissà se Hitler ci avrebbe gassato). Niente di porno in realtà, ma con un uomo in casa (seduto nell'altra stanza davanti al mac) noi ci siamo armate di cacciavite, scala e muscoli per cambiare la cinghia della tapparella. Valda ha fatto da assistente, dormendo sulle viti e piantandomi le unghie sulla schiena mentre ero in bilico sulla scala. A fine lavoro, dopo peripezie acrobatiche sospese in aria, ricoperte di polvere sembravamo due combat lesbo dopo l'addestamento dei marines. Come ha detto mia sorella, che ha letto su Grazia, che ha detto Hilary Clinton: stiamo diventando gli uomini che avremmo voluto sposare.

Non credevo che in vita mia avrei mai citato Hilary Clinton. Forse sto diventando la donna che avrei voluto detestare. Ma in ogni caso meno male che ci siamo, perché se aspetto che qualche uomo mi aiuti nei lavoretti, campa cavallo!

E dopo il bricolage abbiamo fatto una torta, i rigatoni cacio e pepe, portato Valda a spasso, spolverato casa sempre con Luca nell'altra stranza che perdeva la vista (come LeopardO???) al computer. :-) Girls Power!

3 commenti:

PippaW ha detto...

Dovresti leggere questo libro

18k ha detto...

Sentite, combat lesbo... la prossima volta che devo imbiancare casa vi chiamo. Io sono un nerd, e i nerd, si sa, non sono tagliati per queste cose, ma visto che a voi vi riesce bene.... :-D

lol ha detto...

Ah, sisì! Già pensavamo di fare il giro del palazzo e arrotondare con questo secondo lavoro... Mettiti in lista, che poi ci devi pagare anche la trasferta! :-D